Chiudi

COMUNE DI CAPANNORI

In funzione il distributore di sacchetti grigi con RFID per le utenze domestiche di residenti di Capannori

Attivo 7 giorni su 7  h24, situato all’esterno dell’Ecosportello di via Martiri Lunatesi 27 a Lunata.

Clicca qui per modalità e specifiche.

 

Missione

La società Ascit Spa esercita la propria attività nel settore della raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed assimilabili, e svolge tali servizi pubblici connessi all’igiene del territorio mediante affidamento diretto da parte dei sei comuni che sono stati soci diretti di Ascit Spa fino al 28 dicembre 2015: da tale data Ascit Spa non è più una società “in house” – ovvero una società di proprietà interamente pubblica soggetta al controllo analogo dei comuni soci, in piena conformità ai principi comunitari e nel rispetto della normativa nazionale – ma è soggetta alla direzione ed al coordinamento del socio unico RETIAMBIENTE SPA, il cui aumento di capitale è stato sottoscritto dai comuni soci conferendo la totalità delle partecipazioni societarie di Ascit Spa.

Sotto il profilo giuridico si evidenzia che la società RETIAMBIENTE SPA esercita dal 28/12/2015 l’attività di direzione e coordinamento su Ascit Spa e congiuntamente ad essa sulle società GEOFOR SPA, ERSU SPA e E.S.A. SPA, di cui la società RETIAMBIENTE SPA è attualmente l’unico socio. RETIAMBIENTE, a sua volta, è controllata da 90 comuni del territorio di ATO COSTA, che comprende le provincie di Lucca, Livorno, Pisa e Massa Carrara, e, una volta conclusa la gara per l’entrata del socio privato, avrà un affidamento ventennale del servizio da parte della Regione Toscana.

La società ASCIT s.p.a ha come obiettivo sociale la Gestione, per i Comuni soci, del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, dei rifiuti assimilati, della raccolta differenziata, dei rifiuti urbani pericolosi, dei rifiuti primari da imballaggio, della raccolta differenziata domiciliare “Porta a Porta”, dello spazzamento stradale (meccanico e manuale) e il loro trasporto presso i centri di smaltimento. Su richiesta dei Comuni soci servizio di disinfestazione e derattizzazione, di rimozione delle discariche abusive e recupero delle carogne animali. Gestione della tariffazione per i comuni di Capannori e Montecarlo gestione della bollettazione secondo regole precise in base ai conferimenti effettuati ai cittadini. Attività di accettazione dei rifiuti conferiti dai cittadini e imprese presso i propri Centri di Raccolta (CDR) dislocati sul territorio del Comune di Capannori e Pescaglia. Opera per i Comuni di Altopascio, Capannori, Montecarlo, Pescaglia, Porcari, Villa Basilica.

Nell’ambito della sua attività, Ascit SPA si deve necessariamente confrontare con uno scenario piuttosto complesso, caratterizzato dalla presenza di molteplici stakeholders:

  • i comuni, i quali deliberano i regolamenti sia del servizio di igiene urbana che quelli di applicazione della tariffa, firmano il contratto di servizio, approvano il piano finanziario e le tariffe.
  • gli utenti, i quali, sono i veri ricettori del servizio che Ascit svolge quotidianamente, e sono quelli, quindi, che ne possono valutare la qualità.
  • il socio unico e con le altre partecipate, in attesa della prevista fusione per incorporazione. In questo ambito, Ascit, una volta portato a termine il piano industriale 2014-2017, dovrà confrontarsi con il socio unico, prima di elaborare il prossimo piano industriale e di delineare il futuro piano di investimenti, che dovrà, necessariamente, attenersi al piano industriale di ambito elaborato da Ato Toscana Costa, ente regolatore della Regione Toscana.
  •  i fornitori sia per l’aspetto di acquisti consolidati sia per l’aspetto di innovazione tecnologica, il tutto rispettando la normativa sugli appalti.
  • il personale dipendente che viene, come sopra ricordato, assunto tramite selezioni pubbliche ma gestito tramite contratti di natura privata.
  • le molteplici organizzazioni sindacali presenti in azienda, con le quali è aperto un dialogo continuo,

 

In riferimento al contesto Ascit servizi Ambientali SpA deve considerare i seguenti elementi significativi:

 

  • gli aspetti normativi che la riguardano direttamente o indirettamente: questo aspetto viene reso particolarmente delicato dalla natura stessa di SPA pubblica la quale deve rispettare sia obblighi normativi comuni a tutte le aziende sia quelli di specifica natura pubblica, quali, ad esempio, la normativa di diritto amministrativo come la gestione di acquisti pubblici o la gestione di processi di selezione pubblica in caso di assunzioni di personale; quello dei rifiuti, nel quale l’aspetto della normativa ambientale ricopre una rilevanza fondamentale
  • il continuo bisogno formativo del personale, sia diretto che indiretto: formazione continua che viene curata e seguita dall’azienda con particolare attenzione.
  • gestione del parco mezzi aziendale, sia dal punto di vista della manutenzione, che dal punto di vista di analisi e di utilizzo di mezzi all’avanguardia sempre più sicuri ed efficienti
  • le varie sedi che occupa sul territorio: infatti l’attività di Ascit, pur non essendo caratterizzata da un aspetto produttivo, necessita di varie sedi sul territorio che hanno differenti funzioni, tra le quali spicca la necessità di avere dei centri di raccolta aperti all’utenza, passaggio obbligatorio per i comuni che scelgono il porta a porta come sistema di raccolta del rifiuto differenziato
  • raggiungimento degli standard di raccolta differenziata sul territorio servito, ovvero sui singoli comuni per i quali svolge il servizio, che sono delineati dalla normativa di settore

 

 

Convinta quindi che lo sviluppo di condizioni di legalità, di correttezza e di trasparenza nella gestione delle proprie attività e che il raggiungimento di livelli di Qualità e di prestazione Ambientale e di SSL previsti dagli standard e dalle prescrizioni normative applicabili siano una componente fondamentale nella gestione di qualsiasi impresa, ASCIT definisce la presente Politica quale parte integrante della gestione aziendale e si pone i seguenti obiettivi:

 

  • Garantire un comportamento basato sui criteri di correttezza, lealtà e integrità morale che vieti la corruzione. In particolare la Società vieta di:
  • accettare la richiesta, autorizzare qualcuno ad accettare ovvero sollecitare, direttamente o indirettamente, un pagamento o un vantaggio economico o un’altra utilità da soggetti pubblici o privati;
  • offrire, promettere, dare, pagare o autorizzare qualcuno a dare o pagare, direttamente o indirettamente, un pagamento o un vantaggio economico, utilità o beneficio di alcun tipo a soggetti pubblici o privati;
  • ricevere o ottenere la promessa di denaro o altra utilità, per sé o per altri, per compiere od omettere atti in violazione degli obblighi inerenti al loro ufficio o degli obblighi di fedeltà, anche cagionando un danno alle stesse società.
  • Condurre le proprie attività in modo tale da non essere coinvolta in alcuna fattispecie corruttiva o da non facilitare o rischiare il coinvolgimento in situazioni illecite sia con soggetti pubblici che privati.
  • Fornire con regolarità servizi che soddisfino i requisiti degli utenti e di tutte le parti interessate.
  • Nella definizione degli obiettivi mettere a disposizione per il loro raggiungimento le risorse necessarie, nell’ambito di piani pluriennali.
  • Impiegare tutti i mezzi necessari ad assicurare la conformità alle prescrizioni in materia di contrato alla corruzione, ambientali e di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, ai requisiti applicabili così come limitarne gli impatti delle attività svolte in tali ambiti.
  • Impiegare tutti i mezzi necessari e concreti per assicurare la conformità agli standard di Prevenzione della Corruzione, Qualità, Ambiente e Sicurezza di settore, nonché al rispetto ed applicazione delle procedure previste: nel quadro di una corretta gestione delle risorse aziendali, privilegiando investimenti che migliorino il contesto lavorativo così come il servizio offerto impegnandosi a costruire e mantenere modalità di gestione delle non conformità che siano al contempo strumenti orientativi della Politica Integrata che dell’accrescimento della soddisfazione del cliente e delle parti interessate.
  • Definire modalità operative che, in ogni attività, tengano conto degli aspetti di Prevenzione della Corruzione, Qualità, Ambiente e Sicurezza correlati, sensibilizzando ed istruendo tutto il personale Ascit sull’influenza che il proprio operato ha sulla qualità dei servizi erogati, sul contrasto dei fenomeni corruttivi, sugli Impatti Ambientali e sui Rischi per la Sicurezza e Salute da esso derivanti.
  • Promuovere presso i propri fornitori l’adozione di regole di comportamento rispettose dei principi correttezza e legalità, di Qualità, Ambiente e Sicurezza.
  • Condurre l’attività di gestione del ciclo di rifiuti urbani e speciali in modo da migliorare qualitativamente la tipologia del rifiuto raccolto.
  • Attivare e mantenere canali comunicativi idonei ed adeguati alle necessità delle parti interessate, nell’ottica di instaurare un rapporto di dialogo e trasparenza con la cittadinanza, le Amministrazioni, le realtà associative, le Istituzioni e gli enti di controllo preposti.
  • Prevenire ogni possibile anomalia di processo, analizzando i rischi e le opportunità associati al contesto in cui Ascit opera e ai rispettivi obiettivi.
  • Nel quadro di una corretta gestione delle risorse aziendali, privilegiare investimenti che migliorino lo standard tecnologico usato ed il risparmio di energia e di risorse, perseguendo una politica di utilizzo delle risorse naturali non rinnovabili volta ad ottimizzarne il consumo, e privilegiando fonti alternative ove possibile.
  • Utilizzare risorse economiche e formulare il budget annuale ai fini della preventivazione e delle realizzazioni di interventi per migliorare la sicurezza delle macchine, degli impianti, degli immobili, degli ambienti di lavoro, per l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale (DPI) e per il monitoraggio periodico ambientale dell’unità produttiva.
  • Favorire in campo ambientale e della Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro, uno sviluppo sostenibile attraverso attività volte a:
    • un’attenzione ed un impegno continuo per migliorare le proprie performance attraverso la riduzione delle emissioni nell’aria, nell’acqua e nel suolo;
    • un utilizzo responsabile e consapevole delle risorse naturali orientato anche al riciclo/riutilizzo dei combustibili e dell’energia;
    • una prevenzione e riduzione della produzione e pericolosità dei rifiuti, nonché alla corretta gestione delle operazioni legate agli stessi;
    • valutare in anticipo gli impatti ambientali e di sicurezza di tutte le nuove attività, processi e prodotti;
    • assicurare che la politica aziendale sia sostenuta a tutti i livelli dell’organizzazione della Società;
    • coinvolgere e consultare i collaboratori sulle tematiche relative alla sicurezza sul lavoro, anche attraverso il rappresentante per la salute e la sicurezza;
    • garantire le risorse umane e strumentali necessarie per il raggiungimento degli obiettivi aziendali;
    • incoraggiare il miglioramento continuo delle capacità individuali di ogni collaboratore e l’instaurazione del migliore clima aziendale.
  • Assicurare un impegno concreto alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori privilegiando le azioni preventive soprattutto tramite la gestione dei servizi sul territorio, ma anche attraverso le unità competenti quali: uffici tecnici, manutenzione, magazzino, e definendo quali sono le misure preventive che il personale dovrà attuare.
  • Predisporre obbiettivi e programmi generali aziendali, al fine di permettere la pianificazione del lavoro in condizioni di sicurezza e comunque di attività che permettano di ristabilire le normali condizioni di sicurezza in caso di necessità e emanare procedure operative specifiche per i lavori a rischio maggiore.
  • Formulare programmi di sensibilizzare dei dipendenti ai problemi della sicurezza attraverso la trasmissione di una conoscenza specifica dei rischi presenti nelle singole attività di lavoro.
  • Promuovere la segnalazione di atti di corruzione presunti o certi, assicurando che nessun membro del personale subisca ritorsioni, discriminazioni o provvedimenti disciplinari per le segnalazioni fatte in buona fede o sulla base di una ragionevole convinzione o sospetta violazione della presente Politica.
  • Favorire una gestione aziendale attenta e responsabile attraverso:
  • una struttura organizzativa con chiari compiti e responsabilità;
  • l’utilizzo di sistemi e processi atti a garantire la qualità, la sicurezza e il rispetto dell’ambiente intrinseca delle proprie attività;
  • l’identificazione periodica dei pericoli d’incidente connessi con le proprie attività, prendendo adeguati provvedimenti di prevenzione e protezione;
  • la formazione, l’informazione e l’addestramento del proprio personale, affinché tutti i lavoratori siano informati e formati per svolgere i loro compiti nel rispetto delle prescrizioni in materia di prevenzione della corruzione, ambientale e di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • la verifica e valutazione, in termini di qualità, ambiente e sicurezza, dell’affidabilità delle imprese appaltatrici e fornitori;
  • la predisposizione di piani di emergenza, in grado di proteggere la popolazione, l’ambiente e coloro che lavorano nelle sedi, nel caso di anomalie operative e/o di incidenti;
  • la verifica che sia la progettazione e realizzazione di nuovi impianti, sia la realizzazione di modifiche ai processi, alle apparecchiature, all’organizzazione (struttura e/o ruoli), siano supportati da un’adeguata analisi di rischio;
  • la registrazione, l’analisi e la comunicazione degli incidenti, pianificando ed attuando le azioni necessarie al miglioramento.

 

Ascit garantisce l’autorità e l’indipendenza della funzione di conformità per la prevenzione della corruzione:

  • l’autorità della funzione è descritta attraverso le responsabilità assegnate da schema organizzativo e sulla base del Regolamento di funzionamento della funzione stessa;
  • l’indipendenza è garantita dal non coinvolgimento della figura nelle attività individuate a rischio di corruzione.

 

Al fine di promuovere la prevenzione della corruzione e un’adeguata gestione ambientale e in materia di salute e sicurezza sul lavoro Ascit si è dotata, inoltre, di un Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001, di un Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza e di un Codice etico aziendale.

 

Tale Politica è approvata dal Consiglio di Amministrazione e riesaminata annualmente da parte di quest’ultimo, in base ai risultati del monitoraggio del sistema integrato prevenzione della corruzione, qualità, ambiente e sicurezza sul lavoro. Tale riesame è finalizzato al miglioramento continuo del sistema.

 

Annualmente, i membri del Consiglio di Amministrazione, il Direttore generale, la funzione di conformità per la prevenzione della corruzione e i responsabili di Area sottoscriveranno una dichiarazione in cui affermano la loro osservanza alla presente Politica.

 

La violazione delle disposizioni contenute nella Politica, nonché dei doveri e degli obblighi previsti dal Codice etico può essere fonte di responsabilità disciplinare accertata all’esito del procedimento disciplinare, nel rispetto dei principi di gradualità e proporzionalità delle sanzioni. Ai fini della determinazione del tipo e dell’entità della sanzione disciplinare concretamente applicabile, la violazione è valutata in ogni singolo caso con riguardo alla gravità del comportamento e all’entità del pregiudizio, anche morale, derivatone al decoro o al prestigio di Ascit. Le sanzioni applicabili sono quelle previste dalla legge, dai regolamenti e dal Contratto collettivo nazionale di lavoro.

 

REVISIONI
Numero Rev Data Descrizione (Rif.) Note
00 03/11/2016 Prima Emissione Integrata
01 30/08/2017 Integrazione con Anticorruzione Appr.CDA
Approvazione QAS Approvazione Anticorruzione
Il Direttore Dr . Roger Bizzarri

 

 

Consiglio di Amministrazione

 

 

 

Hai domande?

Compila il form, un nostro incaricato ti contatterà al più presto.



    Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy policy
    del sito www.ascit.it

    Questo sito è protetto da recaptcha e si applicano
    Privacy Policy e
    Termini di servizio di Google.


    Tariffa rifiuti

    800-146219
    Lunedì
    dalle 15.00 alle 16.30
    Martedì e giovedì
    dalle 8.15 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 17.30
    Venerdì
    dalle 8.15 alle 13.30

    Inviare i moduli tramite fax o tramite email

    fax 0583 9305115
    ecosportello@ascit.it

    Servizi di raccolta

    800-942951
    da Lunedì a Sabato
    dalle 8.00 alle 14.00

    Inviare i moduli tramite fax o tramite email

    fax 0583436030
    urp@ascit.it

    Ritiro ingombranti

    800-146219
    da Lunedì a Sabato
    dalle 8.00 alle 14.00